Rari, il moralizzatore comunista Corrado Augias s’intasca 370mila euro all’anno: ora arriva la scure del M5S




L’assalto grillino agli stipendi dei conduttori Rai si è concentrato ora su Corrado Augias, accusato da diversi parlamentari M5s di portare “idee di sinistra” nel suo programma su Raitre, pagato in modo fin troppo generoso con i soldi dei contribuenti. Secondo la grillina Veronica Giannone, Augias è un “moralizzatore che rivendica valori di sinistra, ma ha il portafoglio a destra”.

Le ha fatto eco il collega Manuel Tuzi che vuole applicare il tetto agli stipendi di 240mila euro all’anno anche per lo scrittore, che ne riceve 370mila dalla Rai, e ha poi minacciato: “Bisogna buttare fuori la politica da ogni singolo programma”. Secondo la grillina Mirella Liuzzi la Rai è “occupata dal Pd e il merito è solo un dettaglio”.

Augias ha provato a rispondere che in Rai lavora da almeno 50 anni: “Per concorso – ha detto a Repubblica – e il mio programma di libri ‘Quante storie’ fa ascolti molto alti, che va in onda tutti i giorni tutto l’anno, comprese le repliche. Tutto il di più è polemica elettorale e riguarda solo l’onorevole Liuzzi”.

Con fonte Libero Quotidiano

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter