Il delirio del comunista Zucconi: “L’agguato e le pistolettate contro Manuel? È tutta colpa di Salvini”




“Ma come si fa a scrivere parole del genere?”. Matteo Salvini se lo chiede e lo scrive sulla sua pagina Facebook. Il riferimento è alle parole di Vittorio Zucconi, giornalista che in un tweet riesce a collegare il ministro dell’Interno all’agguato a Manuel Bortuzzo.

Ci mancava solo che accusassero Salvini pure di questo. “Mentre il Ministro degli Interni gioca a fare il poliziotto di cartone – ha scritto Zucconi, condividendo un articolo sul ragazzo ferito da uno sparo nella Capitale – nella Roma senza sindaco nè governo si sparacchia e si stronca la vita di un giovane e di un campione. Viva il ‘Decreto Sicurezza’ che facilita l’acquisto di armi”.

A dire il vero non si capisce in che modo il dl Salvini faciliti l’acquisto delle armi. Ma tant’è. Per Zucconi, che già in passato aveva attaccato il ministro dell’Interno per le sue politiche sull’immigrazione, sembra esserci un collegamento tra le attività di Salvini e la drammatica vicenda di Manuel. Quale? Per ora è un mistero.

“Il ‘signor’ giornalista radical-chic, che dalla sua bella casa in America mi incolpa di quanto accaduto, dovrebbe solo vergognarsi – replica Salvini sulla sua pagina Facebook – Ma come si fa a scrivere parole del genere? Anche solo per rispetto verso Manuel e la sua famiglia”.

Con fonte Il Giornale

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter