Milano, clochard italiani terrorizzati dai migranti lasciano i ricoveri e dormono per strada: “Siamo abbandonati”




La denuncia choc arriva dall’assessore alla sicurezza/immigrazione Riccardo De Corato: “Ci sono molti italiani che dormono all’aperto piuttosto che andare nei centri di accoglienzadel Comune di Milano perché c’è un’elevata presenza di stranieri negli storici centri che ospitavano i clochard.

Alcuni muoiono fuori di freddo perché hanno paura di essere derubati”. La denuncia è di Riccardo De Corato, assessore regionale alla Sicurezza e Immigrazione, intervistato dall’Agi. Secondo l’ex vicesindaco meneghino “i senzatetto italiani sono in aumento, non c’è dubbio. Del resto basta andare in giro per Milano di notte e vedere sotto i portici che cosa c’è”.

E proprio qualche settimana fa ilGiornale.it era andato a fare un giro sotto i portici di via Vittori Pisani, tra Piazza della Repubblica e la Stazione Centrale, trovando numerosi senzatetto italiani accampati e avvolti da coperte per affrontare l’ennesima notte al freddo.

Guarda il video choc

Le persone che avevamo avvicinato ci avevano parlato proprio delle difficoltà quotidiane nel vivere e dormire al gelo, raccontandoci però di sentirsi proprio scavalcati dagli extracomunitari“La situazione è drammatica, perché le temperature incominciano a calare e c’è tanto freddo. Abbiamo fatto alcune domande per un ricovero al coperto, ma purtroppo essendo italiani siamo presi in considerazione un po’ diversamente…”, ci avevano spiegato.

E ancora: “Quando sono andato a chiedere aiuto, ho detto che sono di Venezia e mi hanno risposto: ‘Perché non ritorni a casa?’. Su questo versante loro (gli stranieri, ndr) ci passano davanti, hanno una sorta di corsia preferenziale”.

Con fonte Il Giornale

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter