Cannabis legale, Salvini boccia senza appello la delirante proposta dei grillini “rossi”: “Non passerà mai”




Il vicepremier Matteo Salvini boccia senza appello la delirante proposta per la legalizzazione della cannabis dei deputati di estrema sinistra (e anche tossici) del Movimento 5 Stelle: “La proposta M5s sulla cannabis non passerà mai e non è nel contratto di governo“.

Dopo sbarchi, Tav e trivelle, il governo gialloverde si spacca pure sulla legalizzazione della cannabis.
Pochi giorni fa, infatti, il senatore M5S Matteo Mantero (vicino al “compagno” Roberto Fico e schierato con i sindaci rossi contro il dl Sicurezza), aveva annunciato: “Ho depositato un disegno di legge in materia di legalizzazione della coltivazione, della lavorazione e della vendita della cannabis e dei suoi derivati”.

Ma il vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini è assolutamente contrario: “La proposta M5s sulla cannabis non passerà mai e non è nel contratto di governo“.

La polemica si era innescata con l’annuncio del 5 Stelle Mantero. Il ministro per la Famiglia Lorenzo Fontana aveva detto: “Le proposte sulla legalizzazione dell’uso della cannabis non sono concordate. E’ un tema che non è nel contratto del governo e che non è nell’agenda della Lega“.

Sul fronte dell’opposizione, si era detta contraria al ddl anche Forza Italia, mentre il Partito Democratico ha proposto un referendum sul tema.

Di Ludovica Colli

Con fonte Il Primato Nazionale

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter