Sanremo 2019? Il festival dei buonisti e dei migrazionisti: se ami l’Italia boicotta questo schifo! #BoicottaSanremo




Anche quest’anno il festival di Sanremo, pagato con i soldi dei contribuenti italiani, sarà il festival della propaganda buonista, migrazionista e anti-italiana. Il comico (pagliaccio) Claudio Bisio minaccia un monologo in difesa dei clandestini islamici, tra cui spacciatori, rapinatori, estremisti islamici e assassini, per il lavaggio del cervello dei quattro sfigati masochisti che seguiranno Sanremo. Noi continuiamo a rilanciare il nostro hastag #BoicottaSanremo

“Canta che ti passa”. Così Salvini aveva risposto ieri alle critiche di Claudio Baglioni alla politica sui clandestini dell’attuale governo (e anche di quelli precedenti).

In sostanza, secondo il cantante – che ha espresso le sue opinioni durante la conferenza di presentazione del prossimo Sanremo (5-9 febbraio) – siamo arrivati a una situazione disastrosa.

Oggi abbiamo chiesto a Claudio Bisio, che sarà partner di Baglioni sul palco di Sanremo, se a suo parere Baglioni deve solo cantare o è giusto che prenda posizioni politiche. Bisio in sostanza ha risposto che il suo pensiero lo esprimerà a Sanremo in un monologo simile a quello che fece sei anni fa sempre a Sanremo. Ecco cosa ci ha detto:

Nel 2013, presentatore Fazio, il monologo di Bisio diceva, tra le altre cose, così:” Finché ci saranno loro tutti loro questo Paese non cambierà mai… sono incompetenti bugiardi”. Insomma a Sanremo tra Baglioni e Bisio quest’anno se ne vedranno delle belle.

Con fonte Il Giornale

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter