Choc a Cremona: 13enne italiano massacrato a calci e pugni da 20 di “loro”. Ferite e tagli sul viso




Ecco un altro esempio di integrazione che piace alla sinistra italiana. Violenza shock a Cremona: 20 piccole sottospecie umane, figli degli immigrati che purtroppo vivono in Italia, massacrano al centro di un ragazzino italiano di 13 anni all’uscita da scuola: la vittima ha riportato ferite e tagli sul viso.

CREMONA – Una spedizione punitiva. Una resa dei conti consumata tramite una raffica di colpi proibiti. Il tutto sotto gli occhi di decine di ragazzini non si sa se più increduli o più spaventati.

Una scena di quelle che non si vorrebbero mai vedere, né descrivere, quella avvenuta intorno alle 14 di ieri, mercoledì 9 gennaio 2019, subito dopo l’uscita da scuola degli alunni della scuola media Campi.

Un gruppo piuttosto numeroso di ragazzi — c’è chi ha parlato di quindici-venti giovani, a quanto pare di origine straniera – ha preso a calci e pugni un 13enne che frequenta la scuola. Il ragazzino ha rimediato ferite e tagli al viso

con fonte La Provincia Di Cremona

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter