Mutilazioni genitali, dati scioccanti dalla Svezia: in soli 3 anni 40mila donne hanno subito il trattamento, +40%




Choc in Svezia, il numero di ragazze e donne che cercano assistenza dopo essere state sottoposte a mutilazioni genitali è aumentato del 40% in tre anni nel solo ospedale Amel di Stoccolma. Lo riferisce la radio svedese Ekot e un quotidiano locale.

– Circa la metà viene di propria iniziativa, il che è preoccupante, è la prova che l’integrazione con gli immigrati islamici e gli svedesi è impossibile, e la metà proviene da consulenze maternità, cliniche giovanili, infermierie scolastiche e ora anche dai servizi sociali, dice Bita Eshraghi, medico specialista presso l’ospedale di Amel, a Ekot.

Nel 2018, 139 nuove pazienti Hanno prenotato una consulenza presso l’ospedale specializzato in mutilazioni genitali, la maggior parte dei quali provenienti dall’area di Stoccolma.

Secondo i dati del Consiglio nazionale della salute e del benessere, circa 40.000 ragazze e donne che vivono in Svezia sono state sottoposte a mutilazione genitale.

A rimarcare la notizia che il giornalista e commentatore politico Peter  Imanuelsen:

Con fonte svt.se

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter