I cattivi “maestri” sdoganano l’odio contro il Natale: “ignoti” decapitano la Madonna nel presepe a Vercelli




I cattivi maestri, o meglio, le cattive maestre rosse che anche quest’anno stanno attaccando i simboli della nostra tradizione e cultura, storpiando le canzoni natalizie o impedendo la realizzazione dei presepi per non turbare i bambini delle altre religioni, stando inconsapevolmente (o forse no) sdoganando l’odio contro il Natale e contro i cristiani.

(ANSA) – VERCELLI, 5 DIC – Una sagoma raffigurante la Madonna è stata decapitata la scorsa notte a Varallo (Vercelli). La figura faceva parte del presepe allestito nella centrale piazza Vittorio Emanuele, la stessa in cui si trova il municipio, sotto la collegiata di San Gaudenzio. Le sagome in plastica che compongono la Natività riproducono alcune statue che si trovano nel Sacro Monte di Varallo, il percorso formato da 44 cappelle e 800 statue dichiarato nel 2003 patrimonio Unesco. La polizia municipale è al lavoro per risalire ai vandali tramite le registrazioni del sistema di video sorveglianza.
Sono stati individuati gli autori del raid vandalico avvenuto la scorsa notte in piazza Vittorio Emanuele II a Varallo, dove la sagoma della Madonna, che faceva parte del presepe allestito di fronte al municipio, è stata decapitata. A darne notizia è il sindaco Eraldo Botta. “Si tratta di alcuni ragazzi di Varallo – dichiara – che dopo essere stati colti in fallo grazie al sistema di video sorveglianza, verranno multati con 500 euro a testa, oltre alle spese per il ripristino delle figure danneggiate. Questi vandali si beccheranno una bella denuncia”.

Con fonte Ansa

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter