Proibito criticare il presidente della Repubblica: autorizzazione a procedere per vilipendio contro Salvini e Grillo




(ANSA) – ROMA, 9 OTT – “Oggi ho firmato nove richieste di autorizzazioni a procedere” e “per evitare ogni forma di strumentalizzazione o illazione, vi comunico che fra le persone per cui ho firmato, per presunte offese al capo dello Stato, ci sono: il ‘padre fondatore’ e garante del MoVimento, Beppe Grillo, il mio collega e amico, Carlo Sibilia, il padre del mio amico fraterno Alessandro Di Battista e il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, accusato di vilipendio delle istituzioni costituzionali”. Lo ha annunciato su Fb il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. “Diverse procure italiane – ha spiegato il ministro – hanno chiesto al Guardasigilli di poter avviare alcuni procedimenti per i reati di vilipendio. Erano fascicoli che stavano lì da tanto, alcuni erano sulla scrivania del ministro dal 2014. La legge infatti prevede che il ministro della Giustizia dia la sua autorizzazione per questo tipo di reati”.

Con fonte Ansa

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter