La caccia al migrante di Chemnitz? Capo degli 007 smaschera le fake news di Merkel: lei lo licenzia in tronco




Hans-Georg Maassen, Il capo dell’intelligence interna tedesca, riesce a smascherare le bufale buoniste di Angela Merkel sulla presunta caccia all’immigrato a Chemnitz. La Kulona lo fa rimuovere dalla carica.

Lo ha riferito il governo tedesco. La decisione è arrivata al termine di una riunione della coalizione di governo in cui i socialdemocratici avevano richiesto con fermezza un provvedimento del genere, dopo che lo 007 era stato accusato di contiguità con l’estrema destra. Ma di fatto la realtà dietro questa rimozione dall’incarico potrebbe essere ben diversa.

Maassen infatti aveva messo in dubbio l’autenticità di una clip citata dalla Merkel che mostrava una “caccia all’immigrato” da parte di alcuni manifestanti di estrema destra a Chemitz lo scorso 26 agosto. Il capo degli 007 aveva avanzato alcune perplessità proprio sul video citato dalla cancelliera e di fatto aveva anche avanzato l’ipotesi che potesse trattarsi di un fake. La presunta caccia al migrante sarebbe scattata dopo la coltellata da parte di un rifugiato iracheno a un uomo tedesco. Ma sia il capo degli 007 che il ministro degli Interni, Seehofer, avevano messo in dubbio la versione della Merkel. Adesso dopo poche settimane da quell’episodio la rimozione del capo dell’intelligence. Ha pagato per aver smascherato la Merkel?

Con fonte Il Giornale

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter