Treviso, artigiana in difficoltà sbattuta fuori casa dai nuovi proprietari stranieri: 40 venetisti bloccano lo sfratto




A Cornuda, una cittadina in provincia di Treviso, un’artigiana italiana in difficoltà viene sbattuta fuori casa per far posto ai nuovi proprietari cinesi: intervengono 40 militanti venetisti e bloccano lo sfratto.

Il “Gruppo di intervento rapido” trevigiano del Comitato liberazione nazionale Veneto ha impedito l’esecuzione di uno sfratto a Cornuda. Martedì mattina l’ufficiale giudiziario si era recato a casa di un‘artigiana tessile in difficoltà economiche, sfrattata dai nuovi proprietari cinesi dell’abitazione, ma si è trovato la strada sbarrata da una quarantina di venetisti “armati” di bandiere di San Marco.

Come riporta Gino Zangrando su La Tribuna a pagina 23, l’ufficiale, per la terza volta, si è visto costretto a desistere e a rinviare lo sfratto al 24 settembre, probabilmente facendosi accompagnare dalle forze dell’ordine. I militanti però non temono conseguenze giudiziarie e anzi vorrebbero che la magistratura riconoscesse le loro ragioni.

Con fonte VenetoVox

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter