Potenza, orrore nel centro rimpatri: migrante stuprato da 3 nordafricani durante un’orgia. Arrestati dalla polizia




Orrore nel Centro di permanenza e rimpatrio di Palazzo San Gervaso, in provincia di Potenza. Un richiedente asilo è stato brutalmente stuprata da tre bestie gay nordafricane, un marocchino, un tunisino e un libico. Arrestati dalla polizia di Stato.

Tre stranieri in attesa di espulsione e per questo collocati nel Centro di permanenza per i rimpatri (Cpr) di Palazzo San Gervasio, in provincia di Potenza, sono stati arrestati dalla Polizia con l’accusa di violenza sessuale di gruppo ai danni di un altro immigrato. A far scattare le manette sono stati gli agenti del commissariato di Melfi in collaborazione con il personale della vigilanza del Cpr.

Sono finiti in carcere un marocchino di 32 anni, un tunisino di 36 ed un cittadino libico di 23 (quest’ultimo con precedenti specifici per violenza sessuale). Devono rispondere anche del reato di rissa aggravata. Il personale di Polizia, richiamato dalle urla provenienti da uno dei moduli abitativi, è intervenuto per sedare una situazione che in un primo momento sembrava essere solo una rissa, invece ha constatato che era in corso anche una violenza sessuale di gruppo.

Il malcapitato è stato trovato riverso a terra in posizione supina, privo di pantaloni e di indumenti intimi, e veniva picchiato e tenuto fermo. Si è provveduto ai soccorsi con ricovero della vittima presso l’ospedale San Carlo di Potenza

con fonte Il Secolo D’Italia

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE