“I rivoltosi dovranno scendere in manette”: Salvini invia i poliziotti sulla nave Diciotti per stanare i ribelli




“I responsabili della rivolta dovranno scendere dalla nave con le manette”: il ministro Matteo Salvini fa salire i poliziotti a bordo della nave Diciotti per stanare i potenziali terroristi che hanno dirottato il rimorchiatore italiano.

Trapani attende per domattina lo sbarco della Diciotti alle 8:00. A bordo della nave ci sono i 67 migranti salvati dal rimorchiatore Vos Thalassa.

Quello che avverrà domattina è uno sbarco particolare. Infatti a bordo della Thalassa qualcosa è andato storto. Non è stato uno dei soliti salvataggi nel Mediterraneo. Una volta a bordo del rimorchiatore alcuni migranti avrebbero minacciato pesantemente l’equipaggio per evitare un ritorno in Libia. “Adesso fai rotta verso Nord”, avrebbero detto alcuni migranti al comandante costringendolo di fatto a cambiare i piani di navigazione. Sulla Thalassa è scoppiata una vera e propria rivolta guidata a quanto pare da un sudanese e da un ghanese che sarebbero stati già identificati.

Poi l’allarme alla Guardia Costiera e l’intervento della Diciotti che ha trasbordato i migranti. Il ministro degli Interni, Matteo Salvini, in queste ore a Innsbruck per un vertice sull’immigrazione, su questa vicenda è stato chiaro: “I responsabili della rivolta dovranno scendere dalla nave con le manette”. E sul fronte delle indagini qualcosa già si muove. Infatti a bordo della Diciotti ci sarebbero già degli uomini della Capitaneria di Porto e della Polizia di Stato. Il loro compito è quello di raccogliere elementi per l’autorità giudiziaria su quanto accaduto a bordo della Vos Thalassa.

Con fonte Il Giornale

redazione riscattonazionale.org

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE - Seguici su Facebook e su Twitter