Incubo attentato islamico a Genova: senegalese si schianta a tutta velocità sul marciapiede. Panico tra la folla




GENOVA – Immigrato senegalese evade dai domiciliari, ruba il furgone del fratello e si reca a Genova, poi la follia. L’africano percorre a folle velocità le vie del centro storico e infine si schianta sul marciapiede in piazza della Commenda scatenato il panico tra i passanti e i turisti. Fortunatamente non ci sono stati morti e feriti.

Incubo terrorismo islamico e fuggi fuggi dei passanti stamane in piazza della Commenda di Prè a Genova, dove si sono registrati lunghi momenti di paura e di panico per un furgone bianco che a velocità sostenuta, da Ponente a Levante, ha tagliato la strada in via Gramsci ed è salito sul marciapiede facendo scappare turisti e residenti.

Per fortuna non si registrano feriti. Il conducente è poi uscito dal veicolo urlando frasi sconnesse contro tutti. Gli agenti della Polizia municipale e i carabinieri sono intervenuti e lo hanno fermato. Si tratta di un 47enne, di origini senegalesi, che continuava a dare in escandescenze. Secondo alcune testimonianze, l’africano sarebbe stato bloccato con l’aiuto di alcuni connazionali che stavano in un bar della zona.

Sul posto è tempestivamente arrivata anche la speciale squadra Antiterrorismo di pronto intervento dell’Arma, ma da successivi accertamenti è emerso che  il 47enne non è un islamista e sarebbe scappato con il furgone del fratello da Spinetta Marengo, nell’alessandrino, dove era agli arresti domiciliari per vari reati.

Arrivando a Genova, l’africano ha anche sfondato col furgone la sbarra del casello autostradale di Genova Ovest per non pagare il pedaggio.

L’immigrato è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e trasferito nel reparto di Psichiatria al Galliera, dove è stato ricoverato sotto la sorveglianza degli agenti. La causa del gesto pare sia da imputare alle difficoltà personali e dalla impossibilità di vedere il figlio, che si trova in Senegal.

Con fonte Liguria Notizie

Redazione riscattonazionale.org

TITOLO, COMMENTO, IMMAGINE - ©RISCATTONAZIONALE